• PubTop

    • 3G contro WiFi - La battaglia finale

      3G e Wifi. Sentiamo queste parole praticamente tutti i giorni. Sono diventate parte del nostro vocabolario e sono collegate alla nostra vita moderna. Tuttavia, la maggior parte di noi nemmeno pensa a che cosa queste significhino veramente. Per esempio, quali sono i vantaggi di ciascuna di esse? Quali sono le differenze tra di loro? Oggi daremo uno sguardo veloce ad alcune delle differenze, vantaggi e svantaggi di entrambi sia dal punto di vista dell’utente che da quello dell’online marketer.


      Punto di vista dell’utente

      Il principale beneficio logico della connessione 3G è che è possibile utilizzarla dappertutto sul proprio smartphone/tablet e persino su alcuni pc portatili se l’operatore fornisce internet. Il segnale proviene dal ripetitore dell’operatore mobile e questo è il motivo per cui copre una vasta area. Gli svantaggi sono anche abbastanza chiari: normalmente occorre pagare all’operatore un extra per avere questo servizio. Inoltre, la connessione 3G di solito è piú lenta del Wifi, quindi potrebbe essere difficile lavorare con essa e processare molti dati. Tuttavia, viene ampiamente utilizzata per entrare nei social network, controllare le mail, GPS e per la ricerca sul web.

      E per quanto riguarda il Wifi? Iniziamo con gli svantaggi. Prima di tutto il Wifi è fornito da hotspots locali. Questo significa che il segnale è piú debole ed è possibile ottenerlo solo all’interno di una certa area. Seconda cosa, il Wifi è piú soggetto ad attacchi da parte di hackers, specialmente perché questi possono accedere ai vostri dati in spazi pubblici. Per quanto riguarda invece i vantaggi, questi sono piuttosto chiari. Prima cosa la connessione è molto piú veloce. Seconda cosa, se si utilizzano punti di accesso pubblici, non bisogna preoccuparsi di spendere denaro.


      Punto di vista dell’online marketer

      Per un mediabuyer è necessario capire che il Wifi e il 3G convertono in modo differente. Occorre tenere a mente questa differenza quando si acquista traffico, specialmente su adnetwork che non possono suddividere tra 3G e Wifi.

      La prima cosa che bisogna tenere in considerazione è che il 3G di solito converte piú facilmente e meglio rispetto al Wifi per la tipologia di fatturazione della connessione 3G. Molte delle offerte 3G hanno una fatturazione diretta, il che significa che agli utenti viene decurtato direttamente il credito dal saldo che possiedono nel cellulare dopo aver confermato di voler sottoscrivere l’offerta. Il Wifi, al contrario, non possiede i dati di fatturazione dell’utente. Questo è il motivo per cui è necessario uno step in piú affinché l’utente possa sottoscrivere l’offerta. Tale step richiede all’utente di inserire i suoi dati di fatturazione e un numero di telefono, oppure i dettagli della sua carta di credito. Con il Wifi vi accorgerete che sia l’eCPM che i tassi di conversione si abbasseranno. Questo è il motivo per cui, addirittura nello stesso Paese, vi accorgerete che l’eCPM per il traffico 3G è normalmente molto piú alto rispetto a quello Wifi.

      Inoltre, operatori diversi nello stesso Paese possono convertire in modo diverso. Questo è l’eCPM globale di Mobidea per il Portogallo (rilevato l’11 dicembre 2015): MEO – 98€, Vodafone – 32€, NOS – 18€, Wifi – 1.3€. La spiegazione di questo è semplice: potremmo avere diverse offerte con diversi payout, performance e tassi di conversione, a seconda degli operatori (e delle loro regole).

      Noi di solito proviamo ad acquistare prima traffico 3G. Perché? Perché gli eCPM sono molto piú alti e, inoltre, c’è una maggiore possibilitá di fare un ampio margine. Per il fatto che il tasso di conversione è piú alto, è possibile prendere decisioni che si basano su statistiche rilevanti con un volume piú basso. Tuttavia c’è un problema: dal momento che ci sono molte persone che competono per questo traffico, il prezzo dello stesso si sta alzando notevolmente. Cosa significa questo? Significa che occorre porre un bid molto alto per ottenere buoni volumi. Questo è rischioso perché obbliga a spendere molto denaro e davvero velocemente, specialmente in Paesi che hanno grandi volumi.

      È un fatto che i media buyers tendono a lavorare con il 3G. Questo, tuttavia, non significa che non ci sia denaro sul Wifi. Ricordatevi: il Wifi è poco costoso. Questo è un notevole vantaggio perché, anche se l’eCPM delle offerte sembra molto inferiore, ci sono alcuni Paesi dove è possibile fare guadagni dal grande volume del traffico Wifi. Un altro vantaggio è anche il fatto che praticamente non ci sia competizione per il traffico Wifi, quindi non c'è bisogno di combattere una battaglia persa per ottenere volume per un prezzo ragionevole (inoltre, la maggior parte del traffico rimanente che si trova negli adnetwork è proprio Wifi).


      Date uno sguardo a questi suggerimenti sul mediabuy che vi aiuteranno a lavorare con il 3G e il Wifi in adnetwork differenti.

      Se lavorate con adnetwork che non possono suddividere 3G e Wifi, dovreste scegliere una di queste due opzioni in modo da ottenere profitti:


      1. Scegliere di investire in paesi nei quali il profitto dal traffico 3G compensa la spesa generale nel traffico (incluso il wifi).
      2. Scegliere Paesi in cui il Wifi e il 3G hanno performances simili.



      Se lavorate su adnetwork nel quali puoi suddividere il traffico, ecco qui i nostri consigli:


      1. Creare solo campagne 3G. Se l’ECPM tra gli operatori di un network di affiliazione non varia molto, potete lanciare una campagna per tutto il 3G. Se, per contro, vedete una grande differenza in eCPM, vi suggeriamo di suddividere le vostre campagne per operatore. Questo é il solo modo per voi per aggiustare il bid a seconda dell’operatore e della performance.
      2. se pensate che meriti testare il Wifi in un Paese specifico, vi consigliamo di creare campagne Wifi separate. In questo modo potete rendere il bid molto piú basso rispetto a quello necessario per traffico di operatori. In questo maniera i vostri bid inizieranno a corrispondere al profitto che vi aspettate di ottenere.



      Consiglio: ricordatevi che le performance del device e del sistema operativo possono anche essere legate all’operatore. Per esempio, se ho una scampagna per tutti gli operatori di un determinato paese messi assieme (Russia – Beeline + Megafon + MTS + Tele2), la mia performance globale per iOS (per esempio) potrebbe non essere buona, anche se potrebbe essere molto positiva per Beeline in particolare. Inoltre, potrebbe anche essere terribile per gli altri tre operatori menzionati nell’esempio. Questo è il motivo per cui è importante fare una suddivisione.
      Per essere mediabuyers di successo, dovete selezionare il vostro traffico attentamente, ma non dimenticate mai: anche se l’approccio potrebbe essere differente, c’è enorme potenziale sia nel 3G che nel Wifi.


      Spero che possiate utilizzare questi consigli nella vostra strada verso la gloria nel media buying. A presto!


      Se questo articolo ti é piaciuto, dai uno sguardo alla Mobidea Academy per avere ancora piú informazioni!
    • Pub Bot

    • PUB

    • Partners

      Partners


    • home events calendar widget

      Calendario eventi

      • Programmi di affiliazione

        Programmi

        di affiliazione per guadagnare con un sito web

        Seguici su Facebook