• PubTop

    • Ad-blocking costerà $ 27 miliardi di entrate entro il 2020



      Secondo le ultime stime i Publisher perderanno più di $ 27 miliardi di fatturato entro il 2020, grazie alla crescente disponibilità di software ad-blocking.

      Un nuovo rapporto di ricerca, "Worldwide Digital Advertising: 2016-2020", osserva i Publisher in competizione per vincere la sfida posta dal crescente blocco della pubblicità. Nel corso dei prossimi cinque anni, gli sviluppatori sono tenuti a far decollare, in modo esponenziale, i loro sforzi per rendere ad- blocking più sofisticati e difficili da superare.

      Mentre il blocco degli annunci è limitata alla navigazione attività allo stato attuale, i Publisher probabilmente dovranno affrontare in futuro la minaccia supplementare del blocco della pubblicità in-app.

      Apple e Tre alzano la posta
      Inclusione di Apple nei software di blocco in iOS9 intensificato la minaccia di ricavi pubblicitari. I Publisher presto dovranno affrontare ulteriori sfide da operatori di rete mobile. L'operatore Tre ha già annunciato piani per la diffusione a livello di rete blocco degli annunci a tutti i suoi clienti, e ci aspettiamo che altri seguiranno l’esempio.

      La ricerca ha indicato che i Publisher più piccoli sono più a rischio dalla rapida adozione di software ad-blocking in quanto spesso si basano esclusivamente sui ricavi dalla pubblicità. Il blocco della pubblicità come Adblock Plus e Adblock cresce molto velocemente specialmente nei browser più giovani.

      I Publisher devono sviluppare nuove strategie che incoraggiano questo gruppo demografico a visualizzare gli annunci. Alcuni siti web - Forbes.com e Wired.com, per esempio - hanno trovato il successo nel bloccare il loro contenuto da coloro che utilizzano la tecnologia Ad-blocking.
    • Pub Bot

    • PUB

    • Partners

      Partners


    • home events calendar widget

      Calendario eventi

      • Programmi di affiliazione

        Programmi

        di affiliazione per guadagnare con un sito web

        Seguici su Facebook