• PubTop

    • UE: stop al porno sui media? Bloccate le mail di protesta

      Un filtro. Questa la sbrigativa soluzione di Bruxelles contro il mare di email dei cittadini adirati, al grido “non toglieteci il porno!”
      Le ragioni? Il Parlamento europeo sta per votare una nuova proposta di risoluzione, che potrebbe bandire definitamente la pornografia su tutti i media europei.

      Dopo la veemente risposta in massa, la reazione da Bruxelles č stata il blocco delle comunicazioni incriminate, con una repentina quanto antidemocratica manovra di filtering.

      Christian Engström del Pirate Party riferisce che “il dipartimento IT del Parlamento Europeo sta bloccando la diffusione delle email su questo tema, dopo che alcuni membri del parlamento si sono lamentati delle mail ricevute dai cittadini”.

      All'origine della querelle č la relazione firmata da Kartika Tamara Liotard, eurodeputata socialista che promuove la soppressione degli stereotipi di genere in tutta l'UE.

      Il documento, intitolato «Eliminare gli stereotipi di genere nella Ue»,"invita l'Ue e e gli Stati membri ad intraprendere azioni concrete relativamente alla risoluzione del 16 settembre 1997 sulla discriminazione della donna nella pubblicitŕ che chiedeva il divieto di tutte le forme di pornografia nei mezzi di informazione e della pubblicitŕ del turismo sessuale”.

      E nel riferimento a “tutti i mezzi di informazione”, sostiene Engström, c'č necessariamente anche il web.

      Negare il dialogo, in questi casi, č davvero la soluzione?
    • Pub Bot